quello che ho intorno

13 marzo 2014



Mi chiedo spesso da dove sia arrivato quello che mi piace fare. Forse da mia nonna dalle sue mammole sul cassettone o dalle piccole attenzioni che ricevo quotidianamente. Alcune volte credo che sia stato dentro da sempre: il bisogno di festeggiare quello che ho intorno.

E se da piccola guardando mia madre al vetro della piscina, ridevo sott’acqua, adesso davanti a ogni primavera provo la stessa emozione perchè non c’è dubbio alcuno le mamme e la primavera son doni spediti dal cielo per darti la vita anche più di una volta.











Questa confusione sul tavolo del Valdirose sono i preparativi del corso di sabato da Desinare, ci andrò con la mia cesta, con emozione e con la macchina fotografica. Voglio fermare anche questa avventura.






















































Sono anche un po’ innamorata di questi stampi e delle mie nuove brocche prese al Mercante in Fiera da Chiara… Grazie Cinzia per avermi fatto scoprire la ragazza che viaggia con la tazzina

16 commenti:

  1. Ah sì….dici proprio bene…ti sanno dare la vita anche più di una volta.
    Brava, sei sempre brava!
    Fra

    RispondiElimina
  2. Gia' le mamme...che dono prezioso. Dolcissima e bravissima!!! Francesca

    RispondiElimina
  3. La primavera è capace, ogni anno, di partorire la parte di me in cui mi sento meglio.
    Per questo avrei voluto tanto essere al Desinare sabato! Per questa volta credo che dovrò "accontentarmi" degli scatti nei quali vorrai ricordare questa avventura. E non vedo l'ora di vederli.
    Fab (Saperlipopette)

    RispondiElimina
  4. Hermoso, bello! divinas fotografias! ciao desde Argentina! :)

    RispondiElimina
  5. Condivido le tue parole!
    Sembra bravissima a trasmettere emozioni!
    Bacioni
    Gio

    RispondiElimina
  6. Gorgeous images as always. Have a really wonderful weekend. X

    RispondiElimina
  7. Quanto vorrei poterci essere..berrò la luce che saprai riversare generosamente nelle fotografie, così come generosamente ci doni emozioni e pensieri,
    Un abbraccio
    Fabrizia

    RispondiElimina
  8. cara Irene, che piacere sentirti parlare della tua mamma da quando hai fatto il libro deve essere accaduto qualcosa, le sei più vicina. Una bellissima cosa
    Emma

    RispondiElimina
  9. Conservare ricordi così belli e riportarli in vita è davvero meraviglioso!
    e bellissime le tue foto,
    un bacio

    RispondiElimina
  10. Mi hai emozionata
    I vetri sembrano nati sulla tua tavola
    Hai reso fatati anche loro come tutto quello che guardi con l'obbiettivo...
    Chiara, la ragazza che gira con la tazzina
    D'ora in poi mi firmerò così

    RispondiElimina
  11. Credo che tu abbia avuto intorno tante cose belle, la bellezza vera, quella nel cuore e negli occhi delle persone speciali che ti sono accanto ma credo anche che tu abbia capito tutto molto presto, negli anni in cui le ragazze spesso sono superficiali Ti sei applicata con volontà e puntiglio a vivere l'armonia, la nostra fortuna è che ce la regali, un grande abbraccio, Daniela

    RispondiElimina
  12. bellissimo questo disordine di preparativi. io, ahimè, non ho un bel rapporto coacccion la mamma. mi commuove il tuo. e mi manca la nonna.un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Le tue foto e i tuoi post sono sempre pieni di calma rassicurante per il cuore e per l'anima....grazie....kiss!
    Serena

    RispondiElimina
  14. Wonderful your bottles, with violets and hyacinths.
    Have a lovely sunday

    Hugs,
    Patricia

    RispondiElimina